Piera Andreoli – LODI

Piera Andreoli – CODOGNO

 

L’articolazione didattica e la distribuzione oraria delle lezioni rispondono ad alcuni criteri:

  • l’orario delle lezioni considera una equilibrata distribuzione degli impegni scolastici degli alunni nell’arco della settimana e della giornata;
  • dopo l’attività didattica del mattino (escluso il sabato) gli alunni possono usufruire di assistenza allo studio;
  • l’orario è caratterizzato dalla flessibilità per rispondere alle esigenze didattico/organizzative dettate dall’esigenza di personalizzazione; ciò comporta che, in corso d’anno, si realizzino modifiche o adattamenti che, nel rispetto dei vincoli nazionali, sono ritenuti necessari.

Discipline scolastiche

█ █ █ █ █  5 ore – Italiano

█ █ █ █ █  1 ora – App. di Italiano

█ █ █ █ █ █  4 ore – Storia e Geografia

█ █ █ █ █ █  6 ore – Matematica e Scienze

█ █ █ █ █ █  2 ore – Tecnologia

█ █ █ █ █ █  3 ore – Inglese

█ █ █ █ █ █  2 ore – Spagnolo

█ █ █ █ █ █  2 ore – Arte Immagine

█ █ █ █ █ █  2 ore – Musica

█ █ █ █ █ █  2 ore – Scienze motorie

█ █ █ █ █  1 ora – Religione

 

I progetti pomeridiani

  • Metodo di studio (1^ media).
  • Corso di Informatica (intero ciclo).
  • Trinity certificate (2^ e 3^ media) – certificazione in lingua Inglese secondo gli standard riconosciuti in tutta Europa [per saperne di più visita il sito: TRINITY College London].
  • Rientri pomeridiani di aiuto e potenziamento allo studio (intero ciclo).

Altri progetti e iniziative attive

I progetti e le attività proposte, curricolari ed extracurricolari, cercano di rispondere agli obiettivi di potenziamento descritti nella legge 107/2015 – art.1, comma 7:

  • Corso di nuoto, dal mese di novembre al mese di febbraio; (intero ciclo).
  • Madre-lingua in Inglese, un ora settimanale di madre-lingua in compresenza con insegnante di classe; (intero ciclo).
  • Valorizzazione e potenziamento delle competenze chiave di cittadinanza attraverso approfondimenti che coinvolgono più discipline: solidarietà – pace – cultura.
  • Contrasto della dispersione scolastica: rientri pomeridiani con gli insegnanti di classe, per recupero e supporto allo studio.
  • Sviluppo competenze di cittadinanza attiva percorso di educazione alla legalità.
  • Percorso biennale in 1^ e in 3^, di conoscenza di sé e di orientamento, guidato da centri riconosciuti: Cospes di Arese.
  • Uscite didattiche in orario scolastico o extrascolastico, con obiettivi culturali e relazionali.
  • Corso di educazione all’affettività per la classe 3^.

La convivenza civile CITTADINANZA E COSTITUZIONE

La Convivenza civile è intesa come sintesi delle «educazioni» alla cittadinanza, ambientale, stradale, alla salute, alimentare, dell’affettività, che la costituiscono, così come esplicitato nelle Indicazioni Nazionali.
Contribuisce a mettere in evidenza la valenza formativa del percorso educativo nel momento che valorizza le sollecitazioni, presenti nelle varie attività, per trasformare i vari saperi in sapere e quindi in essere persona.
Non si tratta quindi di aumentare la quantità delle azioni formative quanto di produrre a livello personale una modifica rispetto al comportamento e ai valori personali e sociali rimanendo agganciati alla complessità dell’esperienza.
Le attività che realizzano la Convivenza civile utilizzano le conoscenze e le abilità disciplinari previste dalla norma, le intrecciano e le organizzano negli obiettivi formativi che realizzano le UA progettate dai docenti. Tuttavia come da art.1 del Decreto-Legge 1° settembre 2008, n. 137, sono attivate specifiche attività di sviluppo delle conoscenze e delle competenze relative a «Cittadinanza e Costituzione», nell’ambito delle aree storico-geografica e storico-sociale e del monte ore complessivo previsto per le stesse.