Venite ragazzi! è aperto l’Atelier di pittura!
Sullo stile di Arno Stern e del suo Closlieu, apre alla Scuola Diocesana di Lodi il primo spazio all’interno della scuola dedicato all’espressività libera dei ragazzi.
Il nostro atelier è una piccola stanza magica, nata per accogliere un’attività naturale ed antica… quella del dipingere. Si dipinge in piedi, con fogli appesi al muro, con ottimi pennelli e buoni colori, animando un gioco fatto di gesti personali. L’individuo si concentra, trasforma la superficie bianca del foglio in uno spazio vivo, dove può esprimersi. Attraverso questa concentrazione acquisisce forza e sicurezza, perché si realizza senza competizione, né riferendosi ad un modello. (infatti accoglie insieme bambini e ragazzi di tutte le età).
E’ un luogo intimo e protetto, dove si può tornare ad essere se stessi in modo autentico e naturale, esprimendosi in assoluta spontaneità. Il Closlieu permette un’esperienza straordinaria, lontana dai ritmi frenetici e dai condizionamenti di tutti i giorni. In questo luogo intimo e protetto ci si allontana momentaneamente dal reale per dare possibilità all’espressione e alla forza personale di emergere nel gruppo costituito. Ognuno dipinge per se stesso e per il proprio piacere e i dipinti non destano commenti o considerazioni. Di conseguenza è necessario che chiunque partecipi al Closlieu – bambino o ragazzo che sia – non debba pensare a nessun’altra fruizione che la propria, assoluta e non giudicante.
Dipingere nel Closlieu non è un’attività che si svolge per caso o una volta ogni tanto: ritrovandosi settimanalmente per un’ora e mezza da Febbraio a Maggio, acquisiscono concentrazione, capacità di impegno e rigore, amplificando le proprie capacità. Attingendo alla propria interiorità portano alla luce le proprie caratteristiche personali e, indipendentemente dall’età, divengono consapevoli di essere unici e irripetibili. Imparano quanto le loro possibilità siano infinite.


Il praticien​

Affinché l’atto del tracciare possa prodursi – liberato d’ogni ostacolo – è necessaria la presenza stimolante di un ‘praticien’. Egli non insegna. Non giudica. Non fa commentare la traccia. Il suo ruolo è quello di un servitore.​” A.S.

Il Closlieu è gestito da un Praticien che ha seguito un corso di formazione con Arno Stern. Un Praticien non insegna, non giudica, non interpreta e non interviene sulla Traccia. E’ il facilitatore del gioco del dipingere. Il suo ruolo è quello di “servitore”: prepara la tavolozza, miscela i colori, sposta le puntine, asciuga le gocce, porta uno sgabello o una scala per i dipinti più grandi, ripone e custodisce i disegni di ognuno in apposite cartellette, prepara l’atelier per l’incontro successivo.

 

praticien: Giulia Cannella

giorno: Martedì dalle 14:30 alle 16:00 a Lodi


[ngg src=”galleries” ids=”30″ exclusions=”347″ display=”basic_slideshow”]