La formazione di qualità passa dalla libertà di scelta educativa

[Testo estratto da: www.tecnicadellascuola.it; scritto da: Anna Monia Alfieri]

Il 29 gennaio è approvata dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro Melania Rizzoli in perfetta continuità con le politiche di buon senso e di diritto del suo predecessore Ass. Valentina Aprea, la delibera con cui vengono stanziati 286 milioni di euro per finanziare le misure a sostegno del sistema di Istruzione e Formazione Professionale e della Dote Scuola per l’anno scolastico 2019/20. I contributi sono stati illustrati nella conferenza stampa tenuta dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana insieme all’assessore Rizzoli e a tutti i consiglieri. Da questi risultati la Lombardia trae motivo di orgoglio e lancia un chiaro messaggio a tutte le Regioni: buona gestione, trasparenza, determinazione, lotta all’ignoranza pagano bene. Il guadagno è la libertà della famiglia. “Ho sempre detto e ribadisco che la formazione di qualità – ha commentato il presidente Fontana – è il futuro dell’Istruzione al quale guardiamo con grande attenzione così come fa il mondo del lavoro, che altrimenti rischia di non trovare le professionalità di cui ha bisogno“.

E la formazione di qualità passa dalla libertà di scelta in educazione. Così è, se vi pare.

 

L’intero articolo al seguente link: https://www.tecnicadellascuola.it/la-formazione-di-qualita-passa-dalla-liberta-di-scelta-in-educazione